Alla fine Christian Solinas si è dimesso da parlamentare. Il governatore sardo ha consegnato a metà pomeriggio le sue dimissioni da senatore nelle mani dell’ufficio di presidenza di Palazzo Madama. Il parlamentare leghista, leader del Partito ardo d’azione, ha posto così fine all’incompatibilità del suo mandato, che dura da quando a febbraio è stato eletto anche presidente della Regione Sardegna. Ora la Giunta per le immunità parlamentari di palazzo Madama preparerà una proposta per l’Aula e poi le dimissioni verranno messe ai voti. La consegna delle dimissioni da senatore è arrivata proprio nel giorno in cui a Christian Solinas è stato notificato un ricorso presentato dai Radicali Italiani riguardante proprio la sua situazione di incompatibilità.

Il tribunale di Cagliari ha fissato per giovedì 1 agosto alle 10 la prima udienza. Nel frattempo resta in piedi anche la richiesta di accesso agli atti inoltrata dal gruppo dei Progressisti nel Consiglio regionale sardo alla Ragioneria della Regione, per avere una parola certa e inconfutabile sulla retribuzione che il governatore ha percepito in questo periodo: doppio stipendio o singolo? Dopo che l’Aula di Palazzo Madama avrà accettato la richiesta di dimissioni di Solinas, al suo posto nel gruppo Lega Salvini Premier-Psd’Az subentrerà la prima dei non eletti alle politiche del 4 marzo 2018, Lina Lunesu Galizia. Lo ha comunicato in Aula al Senato il presidente Elisabetta Casellati, come da indicazioni della Giunta.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Decreto Sicurezza, Consulta in camera di consiglio. Avvocatura dello Stato: “Ricorsi delle Regioni hanno una matrice politica”

prev
Articolo Successivo

Governo, nella lettera di Conte all’Ue attacchi ai partner che fanno concorrenza fiscale e alla Germania per il surplus

next