Il senatore M5s Gianluigi Paragone analizza il caso Luca Lotti, prendendosela con il Pd nel suo complesso leggendo le parole con cui l’ex ministro renziano si è autosospeso dal partito: “Capite che questi sono gli stessi che poi vendono ad accusarci di essere quelli delle fake news. Negli ultimi mesi ci hanno trattati come incompetenti e incapaci. loro da competenti e capaci hanno distrutto i valori. Noi sulla questione morale, se qualcuno ha tradito, dopo 30 secondi è fuori”. Poi si rivolge agli elettori M5s: “Ci tirate le orecchie, ma l’alternativa quale è? L’ipocrisia del Pd? Ci avete dato una sberla enorme alle europee. Ma Lega e Pd li conosco, hanno gli stessi problemi con le procure. Tenetevelo stretto questo movimento, aiutateci a crescere”

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Csm, le frasi di Palamara a Lotti: “Vado a fare l’aggiunto e chiudo Consip”. L’ex ministro: “Nessun mio interessamento”

next
Articolo Successivo

Csm, il ministro della Giustizia Bonafede: “Alzare un muro che tenga distante la politica dalla magistratura”

next