Tensione e scontri tra polizia e facchini davanti alla sede della Finiper, società proprietaria dei supermercati Iper, a Soresina, in provincia di Cremona. I lavoratori avevano dato vita a una protesta davanti ai cancelli dell’azienda contro il licenziamento di 170 persone. “La società – riferisce il sindacato Usb- si è rimangiata gli accordi e ha sbattuto in mezzo alla strada 170 lavoratori. L’Iper quest’anno ha fatturato 2 miliardi di euro, ma vuole risparmiare sulla pelle dei lavoratori”. I facchini, tutti aderenti al sindacato di base, sono stati sgomberati dalla polizia in assetto antisommossa. “Nonostante la presenza di tanti bambini” fa notare il sindacato in un comunicato

Il video è stato pubblicato dall’Unione sindacale di base.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sciopero metalmeccanici, migliaia nelle piazze di Milano, Firenze e Napoli. Furlan (Cisl): ‘Pensare a lavoro, no a flat tax’

prev
Articolo Successivo

Whirlpool, Politico.eu: “Azienda informò Di Maio della chiusura di Napoli con una lettera a inizio aprile”

next