“Il movimento cosi com’è, così come non è strutturato né organizzato non può andare avanti. Quando qualcosa non va bene l’unico destinatario delle accuse sono io come capo politico. Adesso anche basta prendersela sempre con me“. A dirlo, ospite di Non stop news su Rtl 102.5, è il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, secondo il quale “non è più rinviabile un processo di organizzazione interna. Dobbiamo avere dei referenti regionali e nazionali con gente che si prende le responsabilità”.

Audio Rtl 102.5

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Enrico Berlinguer, votarlo era la cosa giusta da fare

prev
Articolo Successivo

Governo, Conte: “Nessuno mi detta agenda, no misure recessive. Ora dialogo con l’Ue per un posto in Commissione”

next