“Il movimento cosi com’è, così come non è strutturato né organizzato non può andare avanti. Quando qualcosa non va bene l’unico destinatario delle accuse sono io come capo politico. Adesso anche basta prendersela sempre con me“. A dirlo, ospite di Non stop news su Rtl 102.5, è il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, secondo il quale “non è più rinviabile un processo di organizzazione interna. Dobbiamo avere dei referenti regionali e nazionali con gente che si prende le responsabilità”.

Audio Rtl 102.5

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Enrico Berlinguer, votarlo era la cosa giusta da fare

next
Articolo Successivo

Governo, Conte: “Nessuno mi detta agenda, no misure recessive. Ora dialogo con l’Ue per un posto in Commissione”

next