Bagarre a Tagadà (La7) tra i giornalisti David Parenzo e Mario Giordano sulla condanna del viceministro leghista delle Infrastrutture e dei Trasporti, Edoardo Rixi, a 3 anni e 5 mesi di reclusione, a conclusione del processo sulle cosiddette “spese pazze” in Regione Liguria tra il 2010 e il 2012.

A commentare per primo la condanna è Parenzo: “Erano rimborsi spese con soldi pubblici spacciandole per spese istituzionali per cene, viaggi, gite al Luna Park, Gratta e Vinci, ostriche, fiori, biscottini, feste di Bossi. Insomma, amici cari, io stasera vedrò “Fuori dal coro” di Mario Giordano, che sempre si dedica ai furti degli immigrati“.
Insorge Giordano: “Sono anni che ho denunciato queste vicende, tu dove cacchio eri? Queste cose sono andate a processo perché qualcuno le ha raccontate. Parenzo, sei ipocrita“.
“Ti dedichi ai furti degli immigrati – ribatte Parenzo – Dedicati alla sentenza di condanna per Rixi, perché sei specialista nei furti degli immigrati. Allora, se sei giornalista, occupati di questo, amico caro”.
“Chi le ha raccontate ‘le spese pazze’?”, ripete Giordano.
“Ma quando mai? – rilancia Parenzo – Dillo oggi, raccontalo, invece di fare il titolo “Rom ladri” sul rom che ruba un portafogli”.
Questo tuo modo di fare è vigliacco e vergognoso“, risponde Giordano, che ribadisce di essersi occupato delle inchieste sui rimborsi.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Monti: “Lega e altri partiti non rappresentano i meno abbienti. Flat tax? Schiaffo in faccia alle classi subalterne”

next
Articolo Successivo

Rixi, Bonafede: “Nessuno scambio tra dimissioni e tenuta del governo”. Salvini: “Se si lavora, si va avanti”

next