“Mi dimetterò come leader del Partito conservatore il 7 giugno“. Lo ha annunciato in una dichiarazione da Downing street la premier Theresa May, anticipando che il processo per la scelta del suo successore inizierà la settimana successiva. “A breve lascerò il lavoro che è stato l’onore della mia vita. La seconda primo ministro donna ma sicuramente non l’ultima. Non lo faccio con alcuna cattiva volontà ma anzi con enorme gratitudine di aver avuto l’opportunità di servire il Paese che amo”

 

 

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Harvey Weinstein, Wall Street Journal: “Pagherà 44 milioni di dollari per risarcire le vittime”. Ma restano i processi penali

next
Articolo Successivo

Lione, pacco bomba con “chiodi e bulloni” esplode in una via del centro: dieci feriti. Si cerca un uomo in bicicletta

next