Si chiama Digit, ed è un robot bipede dalle forme che assomigliano a quelle umane. E degli “umani” riproduce anche alcune movenze. Lo scopo? Quello di effettuare consegne dell’ultimo metro, ovvero quelle dal furgone alla porta di casa dei clienti. Un progetto sviluppato da Ford, che partendo dal boom delle vendite online si è messa a studiare un modo per facilitare lo smistamento dei pacchi, e realizzato in collaborazione con Agility Robotics. Il risultato è appunto un robot in grado di sollevare e consegnare pacchi pesanti fino a 18 kg, dopo aver viaggiato nel bagagliaio (dentro il quale è in grado di auto-riporsi) di un veicolo a guida autonoma. Insomma: auto robot che trasportano umanoidi-fattorini. Solo una provocazione o qualcosa di concreto per il futuro?

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Land Rover Discovery Sport, la performance (anche ibrida) nel fuoristrada – FOTO

prev
Articolo Successivo

Renault Twingo, quella nuova è ancora più “urbana” e personalizzabile – FOTO

next