“L’Unione europea è un sistema carcerario terrificante”. La leader del Rassemblement National, Marine Le Pen, è arrivata a Milano dove oggi parteciperà alla chiusura della campagna elettorale per le europee organizzata da Matteo Salvini. Tra le due personalità di spicco della coalizione “Movement for a Europe of Nations and Freedom” (MENF) sembra scorrere buon sangue: “Salvini ha fatto diversi video di sostegno al nostro partito, oggi marceremo insieme, cosa dovremmo fare di più? Sposarci?”. Scherza la leader della destra francese che però non vuole sbilanciarsi sulle inchieste giudiziarie che hanno riguardato alcuni esponenti leghisti nelle ultime settimane: “Posso dire solamente che la magistratura faccia il suo lavoro, ma non posso dire di più sulle questioni interne italiane”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Docente sospesa a Palermo, il provveditore: “Ho agito secondo giustizia, la libertà d’espressione ha dei limiti”

next
Articolo Successivo

Europee, i partiti si presentano tra appelli e gag davanti alle telecamere: lo speciale di Vista

next