Provocazioni e sarcasmo in Aula da parte delle opposizioni contro la maggioranza durante l’esame degli emendamenti sul disegno di legge sulla riduzione del numero dei parlamentari, già approvato in prima lettura al Senato.  “Perché 400, facciamo 40″, ha provocato il deputato di +Europa, Riccardo Magi, pur precisando che si sarebbe astenuto sulla stessa proposta di modifica. E ancora: “La vostra è soltanto propaganda, volete soltanto una bandiera per la campagna elettorale“. L’emendamento è stato respinto con 469 no, 7 sì e 3 astensioni, ma – sempre in modo provocatorio – a votarlo è stato il forzista Simone Baldelli, a titolo personale: “Non voglio mettere in difficoltà il mio gruppo, che incredibilmente vota in modo diverso. Ma voterò convintamente. In fondo perché ridurre i deputati a 400 (come prevede la riforma, ndr) e non 40, perché no?”, ha chiesto. “Se siamo troppi, dimettetevi. Votiamo tutti questo emendamento che invece serve solo alla maggioranza per poter sventolare una bandiera in campagna elettorale. Allora fa bene Magi a sfidarvi, io lo voto e voi?”, ha concluso. Non senza aver ironizzato sul M5s e sul tema dei vitalizi: “Avete fatto troppo poco, perché non il reato di vitalizio?”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tangenti a Milano, Morra (M5s): “Corruzione fenomeno endemico e massivo. Partiti si puliscano al loro interno”

next
Articolo Successivo

Tangenti, Buffagni (M5s): “In Lombardia sono stati arrestati gli amici di Salvini”. E attacca Repubblica

next