Ancora contestazioni, in Sicilia, per Matteo Salvini, dopo quelle di Caltanissetta. Il leader della Lega ha dovuto fare i conti coi cori di protesta e gli striscioni nella piazza di Mazara del Vallo, dove ha tirato la volata al candidato sindaco di centrodestra. Al di là del dissenso, però, il vicepresidente del Consiglio leghista ha sempre attirato un gran numero di persone ai suoi comizi: nella città trapanese, per esempio, erano in circa 5mila ad ascoltarlo.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Giulio Regeni, lettera dei genitori a Conte che a Pechino vede Al Sisi: “Pretenda la verità, in gioco la dignità dell’Italia”

prev
Articolo Successivo

Giuseppe Conte tra assalti di giornalisti, pause caffè e “leoncini”: “Ma non sono un passacarte”. Lo speciale di Vista

next