Alla fine del suo tour elettorale in Sicilia in vista delle amministrative, Matteo Salvini è salito sul palco di Caltanissetta. Un gruppo di contestatori lo ha fischiato per quasi tutta la durata dell’intervento, intonando cori e gridando “i fascisti non li vogliamo”. Il leader della Lega, microfono in mano, li ha presi in giro. Poi, a un certo punto, mentre qualcuno lo interrompeva, ha ammesso: “Sono stanco“.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

M5s ora vuole chiarimenti su Arata: ‘Salvini spieghi’. Centinaio: ‘Conte dimette Siri senza accordo? Viene meno fiducia’

prev
Articolo Successivo

La7, Sapelli vs Formigli: “Lei fa avanspettacolo, si metta una giacca”. “Se la tolga lei e si tenga le sue battute”

next