Conferme e novità. Dai volti conosciuti Pina Picierno, David Sassoli e Simona Bonafè ai “debuttanti” Pietro Bartolo, Elisabetta Gualmini, Giuliano Pisapia, Irene Tinagli, Carlo Calenda, Franco RobertiRoberto Battiston. Il Partito democratico targato Nicola Zingaretti si presenta così: “Abbiamo 30 giorni per riaffermare la centralità dell’Europa e smontare la demagogia neonazionalista delle nostre forze avversarie. Abbiamo trovato in queste settimane un vento forte a noi contrario, che è il risultato di quello che hanno prodotto i grillini consegnando questo Paese alla destra italiana, ma se sapremo tenere la barra dritta, scopriremo che in profondità c’è una voglia di cambiamento”.

“La nostra lista unitaria è l’unica novità, e la sua parola d’ordine è bellissima: unità “. Sono le parole di Zingaretti prima degli interventi dei candidati. “Molti ci hanno detto: ‘se la democrazia e l’Europa sono in pericolo non fate scherzi, combattere uniti'”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Siri, Centinaio (Lega): “Se Conte lo rimuove senza accordo salta contratto. Siamo alleati fedeli ma non stupidi”

next
Articolo Successivo

Siri indagato, Conte: “C’è dimensione umana che non trascuro, ma prevarrà razionalità nella decisione di governo”

next