Lega ancora primo partito in Italia, ma in calo, mentre il Movimento 5 Stelle è in ripresa di mezzo punto, con il Pd che guadagna ancora qualche punto e rimane poco dietro. Secondo un sondaggio Emg Acqua presentato ad Agorà, se si votasse oggi il partito di Matteo Salvini si attesterebbe al 31,3%, un calo dello 0,8% rispetto alle rilevazioni del 18 aprile effettuate dallo stesso istituto. Il M5s, in salita di mezzo punto, tornerebbe sopra il 23%, con il Pd, terzo partito, che guadagna lo 0,8% e raggiunge il 22,6%. Staccato, segue Forza Italia, che però guadagna 0,7 punti e raggiunge il 10,2%, e Fratelli d’Italia al 5,4.

Il sondaggio, realizzato il 23 aprile su un campione di 1.525 italiani maggiorenni, riporta numeri simili a quelli forniti sempre oggi da Demopolis che, in caso di Politiche, vede la Lega al 31% (-1,5% nell’ultimo mese), il Movimento 5 Stelle al 23,5% e il Pd al 20%, in ascesa dopo le primarie che hanno portato alla nomina di Nicola Zingaretti a nuovo segretario. Tutti gli altri partiti rimarrebbero, invece, sotto la soglia del 10%, con Fi al 9% e Fdi al 4,2%.

La situazione cambia leggermente se i sondaggi vengono effettuati in vista delle elezioni europee. Sempre Demopolis spiega che a influire sarebbe anche “un significativo incremento dell’astensione – dice il direttore Pietro Vento – Se la partecipazione al voto per le Politiche si attesta intorno al 70%, Demopolis stima invece al 62% l’affluenza per le Europee: otto punti in meno destinati a incidere sulle percentuali del consenso ai partiti”. È così che, a meno di un mese dal voto, la Lega salirebbe al 33%, il M5s si attesterebbe al 22% e il Pd al 21%. Distanziati Forza Italia all’8% e Fratelli d’Italia al 5%. Più Europa avrebbe poco più del 3%, mentre sarebbero distanti dalla soglia di sbarramento del 4% le altre forze minori.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

25 aprile, De Luca: “Di Maio commuove ma suo padre è del Msi”. Sfottò su Salvini e Di Battista. E attacca ministro Grillo

next
Articolo Successivo

25 aprile, Salvini in Sicilia cambia i toni: “Antifascismo valore fondante? Sì. Oggi giornata di unione e pacificazione”

next