Si può scegliere anche l’ironia e i toni leggeri della commedia per affrontare al cinema argomenti e storie drammatiche.

È quello che cercano di fare Louis-Julien Petit e Marios Piperides con i loro film in uscita il prossimo giovedì 18 Aprile. Il primo, con Les Invisibles (Le invisibili), descrive donne problematiche ed emarginate dalla società che tentano il reinserimento nel mondo del lavoro ad Anzin, nel nord della Francia. Il secondo, con Torna a casa, Jimi! – 10 cose da non fare quando perdi il tuo cane a Cipro, racconta le peripezie del proprietario di Jimi, un bastardino che si perde nella zona cuscinetto di Nicosia, capitale di Cipro, divisa in due per un conflitto ancora in corso tra il settore greco e quello turco.

Le invisibili e Torna a casa, Jimi!, due film da vedere per sorridere e riflettere

AVANTI
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Les Invisibles/Le invisibili, racconto contemporaneo sulle ultime della società con dickensiane speranze

prev
Articolo Successivo

Festival di Cannes 2019, il programma e tutti i film: Marco Bellocchio in concorso con Il Traditore

next