Proteste e tensioni tra manifestanti e polizia ieri, venerdì 22 marzo, nella Provincia di Trento, dove era in corso un convegno sulla cosiddetta “teoria gender“, intitolato “Uomini e donne, solo stereotipi o bellezza delle differenze?” e organizzato dalla giunta. Un gruppo di manifestanti, composto da studenti, attivisti dei collettivi e insegnanti, ha organizzato una protesta all’esterno della sede: “Non ci è stato permesso di accedere nonostante l’evento fosse pubblico”. Chi è riuscito a entrare ha dato vita a un sit-in all’interno con striscioni e megafoni, sgomberato poco dopo dagli agenti. Come si vede nei diversi video pubblicati su Facebook gli attivisti sono stati spintonati e allontanati con la forza, alcuni portati via di peso.

“Davvero una brutta pagina per l’Autonomia” ha definito serata il segretario della Cgil del Trentino, Franco Ianeselli, presente in sala Belli. “Non si governa attraverso le provocazioni e ricercando volutamente lo scontro. Chi governa ha una responsabilità enorme, quella di non trasformare la dialettica politica in una bolgia. Oggi l’ordine pubblico è stato gestito in maniera superficiale e controproducente”. Critiche anche da parte di Leu che parla di “confronto negato”, mentre la consigliera leghista Mara Dalzocchio si è detta “orgogliosa della giunta”

video @Lorenzo De Preto

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Bologna, due fratelli di 10 e 14 anni muoiono cadendo dall’ottavo piano: il padre interrogato in questura

prev
Articolo Successivo

Roma, corteo per il clima e contro grandi opere inutili: “Governo? Come quelli precedenti, tradita volontà popolare”

next