Bagarre e caos in Aula a Palazzo Madama, poco prima dell’avvio delle votazioni sulle mozioni di sfiducia al ministro per le Infrastrutture, Danilo Toninelli. Protagonisti dello scontro Alberto Airola (M5s) e Francesco Giro (FI). Tutto è partito quando il primo aveva urlato durante l’intervento del senatore forzista Sandro Biasotti le parole ‘bunga bunga‘ associate a Silvio Berlusconi, per replicare al parlamentare ‘azzurro’ che aveva rivendicato come Google associ la parola ‘gaffe’ alle ricerche con il nome del ministro Toninelli. A quel punto è intervenuto Giro, più volte richiamato dalla presidente Casellati. Prima ha urlato ‘cometa di Halley” (con un chiaro riferimento alle intercettazioni sul caso dell’arresto di Marcello De Vito), poi ha fatto il gesto delle manette rivolto ai grillini. Casellati ha così censurato entrambi i senatori.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tav, Toninelli: “Contro di me attacchi personali, ma rifarei tutto”. Proteste e ironia tra i banchi Pd

next
Articolo Successivo

Sfiducia Toninelli, Casellati richiama Marcucci (Pd) sui tempi. Lui: “Mi lasci terminare, è da ieri che ci tortura”

next