Netto taglio delle stime di crescita dell’economia italiana nel 2019 da parte dell’agenzia Fitch. Nell’aggornamento del ‘Global Outlook’ la stima di progresso del pil è stata ridotta +0,1%. A dicembre la previsione era del +1,1%, limata a 0,3% a metà febbraio. A motivare la sforbiciata è il deterioramento delle prospettive per export e investimenti. Inoltre, aggiunge Fitch, per il 2020 le stime sono di una ‘modesta’ ripresa a +0,5%. L’Italia è, dopo la Turchia, il secondo Paese nella lista di quelli la cui previsione di crescita è stata maggiormente rivista al ribasso.

Fitch è anche “significativamente più pessimista sulla prospettiva di crescita degli investimenti in Italia”, con la spesa in conto capitale “attesa in crescita solo dello 0,6% contro il 2,1% di dicembre”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nuova Via della Seta, la Cassa depositi e prestiti lancerà “Panda bond” per finanziare aziende italiane in Cina

next
Articolo Successivo

Bce, “Italia unico Paese dell’Eurozona che ha bisogno di un avanzo primario per stabilizzare o ridurre il debito/pil”

next