“Quello che ho scritto è molto semplice: abbiamo le regole europee sul commercio e queste penso che siano del tutto rispettate dall’accordo (il memorandum of understanding, ndr). Nell’ambito di queste regole abbiamo degli interessi nazionali che i tedeschi hanno perseguito con forza facendo il loro terminale ferroviario a Duisburg, i porti del nord hanno fatto gli accordi con la Cina, la Grecia ha addirittura venduto parte del Pireo alla Cina, mi sembra che l’Italia debba svegliarsi e prendere la parte dei traffici verso est, e non parlo solo di Cina”. Così l’ex Presidente della Commissione europea ed ex Presidente del Consiglio, Romano Prodi, a margine di un convegno dal titolo “The First connecting Eurasia Dialogue – from the Atlantic to the Pacific” a Bruxelles oggi

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Regione Lazio, segretaria generale a processo: ‘Truccò curriculum’. M5s chiede rimozione, ma giunta: ‘Non ci compete’

next
Articolo Successivo

Codice appalti, Zaia: “Va cambiato”. Ma Chiamparino: “Finanziamenti e progetti lenti, norme non sono problema”

next