“La nostra battaglia è di ridiscutere integralmente l’opera. Grazie all’interlocuzione del presidente Conte abbiamo ottenuto il rinvio dei bandi di 6 mesi senza alcun costo“. Lo afferma il sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano a margine del Villaggio Rousseau di Milano. “Non ci sono penalità sul fatto che si rinviano i bandi, come aveva già sostenuto l’analisi costi-benefici del gruppo del Mit”, spiega Di Stefano che su una crisi tra M5S e Lega sottolinea: “ma questo racconto è più mediatico che nella realtà quotidiana”. Quindi Di Stefano conclude: “sarà la stagione dell’apertura dei cantieri, ma di quelli che servono all’Italia”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tav, lettera di Palazzo Chigi a Telt. Salvini: “Importante dare un segnale di partenza” Di Maio: “Si va verso soluzione positiva”

next
Articolo Successivo

Tav, la lettera integrale di Conte alla società Telt: “Soprassedere sui bandi, evitare che siano formulate offerte”

next