“Che succede se a promettere voti è un colletto bianco, a voi va bene?”. La domanda, retorica, è del deputato di Fratelli d’Italia, Andrea Delmastro Delle Vedove, intervenuto alla Camera dove è in esame la proposta di legge che riguarda il voto di scambio politico-mafioso. Per Delmastro Delle Vedove il provvedimento andrebbe esteso ai casi in cui ci sono persone non appartenenti alla criminalità organizzata che promettono voti a esponenti politici per conto della mafia.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Tav, Travaglio a Franco: “Scienziati ed economisti vi piacciono solo se danno degli ignoranti a chi governa”

prev
Articolo Successivo

Basilicata, il candidato del centrosinistra: “Andavo solo ai comizi di Almirante, lo ascolto anche adesso”. Poi precisa

next