Dopo il passo indietro di Marcello Pittella per la corsa alle Regionali in Basilicata del 24 marzo, la scelta del centrosinistra (Pd, Liberi e Uguali, Verdi e altri) è caduta sul farmacista Carlo Trerotola. In un incontro pubblico, il candidato lucano ha confessato di non aver “mai fatto politica. Andavo solo ai comizi di Giorgio Almirante, lo ascolto pure adesso”. Il video dell’intervento, pubblicato da Cronache lucane, ha creato imbarazzo nella galassia dei partiti e delle liste del centrosinistra, nonché proteste tra gli elettori.

Trerotola, che a fine mese sfiderà Antonio Mattia del M5s e l’ex generale della Guardia di finanza, Vito Bardi, che corre per il centrodestra, è figlio di un ex esponente del Movimento sociale italiano. Nelle ore successive alla polemica, ha corretto il tiro: “Io sono antifascista. Mi sono sempre ispirato ai valori cattolici e l’accoglienza è un mio stile di vita. Le mie parole sono state estrapolate dal contesto e sono state utilizzate per scopi propagandistici”.

Video Cronache lucane