Papa Francesco si è fatto ritrarre con la spilletta che riporta lo slogan “Apriamo i porti“. E’ accaduto durante l’incontro a Sacrofano, cittadina a nord di Roma, con le realtà di accoglienza “Liberi dalla paura“. Come raccontato da Avvenire e documentato dalle foto, è successo quando don Nandino Capovilla, parroco a Marghera (Venezia), si è avvicinato al pontefice che ha preso la spilla in mano e si è fatto fotografare. Le immagini sono state rilanciate dal parroco sul suo profilo Facebook.

 

“Saliamo sui tetti! Coraggiosamente papa Francesco non perde occasione, taglia corto con le esortazioni scontate. Si concede una foto che rilancia quell’Apriamo i porti, che sta unendo cittadini dal nord al sud del Paese e che per i cristiani è obbligo evangelico per essere liberi dalla paura”, scrive don Capovilla su Facebook postando il selfie con il papa e ricordando le parole pronunciate a Sacrofano dal pontefice: “La paura è l’origine di ogni schiavitù e di ogni dittatura. Sulla paura del popolo cresce la violenza dei dittatori”. “Noi rinunciamo all’incontro con l’altro per erigere barriere: questo non è umano – conclude – Chi ha avuto la forza di vincere la paura oggi è invitato a salire sui tetti e invitare gli altri a fare altrettanto”