“Le Grandi Navi stanno rovinando Venezia“, affermano in molti. “Portano presenze turistiche e dunque lavoro, è giusto che arrivino”, rispondono altri. L’ingombrante presenza delle navi da crociera continua a dividere la città. Da una parte, c’è chi vorrebbe bandirle dal bacino di San Marco, se non proprio dalla Laguna. Dall’altra, chi preferirebbe mantenere la possibilità di attracco in centro. In mezzo, chi confida in uno o l’altro dei progetti alternativi, alcuni dei quali sono stati recentemente presentati al ministero dei Trasporti. In attesa di sapere come evolverà l’annosa vicenda, siamo andati a Venezia per ascoltare le opinioni prevalenti tra gli abitanti. Di Piero Ricca e Alessandro Sarcinelli

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ama, l’inchiesta della procura partita da un esposto del presidente Bagnacani. I sospetti su un piano per farla fallire

next
Articolo Successivo

San Ferdinando, rogo in baraccopoli: muore 28enne. Salvini: ‘Sgomberiamo migranti, no illegalità’. Ma lo dice da un anno

next