Alle proteste contro il basso del prezzo del latte arriva la solidarietà dei calciatori del Cagliari, che hanno rovesciato con un gesto dimostrativo alcuni bidoni portati davanti al centro d’allenamento. Prima c’è stato un lungo tira e molla con i pastori che chiedevano alla squadra, in procinto di partire per Milano di non giocare domani sera con il Milan. “Così – ha detto uno degli allevatori – sui giornali ci sarà scritto partita rinviata non per neve o pioggia, ma per protesta contro gli industriali”. Poi la situazione – d’altra parte i pastori sono anche tifosi – si è sbloccata. Con alcuni giocatori che, con la divisa rossoblù, hanno partecipato al gesto simbolo della protesta: il versamento dei bidoni del latte. Solo allora gli allevatori si sono fatti da parte e hanno consentito alla squadra di uscire dai cancelli e di avviarsi verso l’aeroporto. Il primo a condurre le trattative è stato il direttore generale Mario Passetti. Poi sono sbucati fuori anche l’allenatore Maran, il capitano Ceppitelli, Joao Pedro, i sardi Barella e Deiola, poi il resto del gruppo. I pastori hanno spiegato le ragioni della loro protesta, qualcuno ha parlato anche di un prezzo del latte che non può scendere sotto un euro più Iva. Maran e Passetti hanno manifestato solidarietà alla mobilitazione dei pastori