Un altro poliziotto, sempre in divisa e in servizio, immortalato al gazebo per il ministro dell’Interno Matteo Salvini mentre firma l’appello ‘Salvini, non mollare’. Dopo Ascoli anche a Partinico, piccolo centro del palermitano, dove a fotografare l’agente è stata la stessa militante leghista Katya Caravella che poi ha postato l’immagine su Facebook. L’episodio risale a ieri, domenica, e oggi la questura di Palermo, come apprende l’Adnkronos, ha aperto un’inchiesta amministrativa per accertare quanto accaduto.

Stessa decisione presa anche dalla Questura di Ascoli, dopo che un altro esponente del Caroccio, il senatore Paolo Arrigoni, ha pubblicato sul suo profilo l’immagine di due poliziotti in servizio fotografati ad Ascoli Piceno, in piazza Arringo, a firmare in un gazebo una petizione pro-Salvini.  Un’immagine che ha suscitato polemiche, con la segreteria nazionale di Possibile che l’ha definita “una foto da Paese autoritario”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Successivo

Pomigliano, Di Maio contestato da lavoratori e studenti fuori dal suo ex liceo: “Basta passerelle”

next