I carabinieri hanno individuato e fermato, per omicidio stradale, su ordine della Procura di Napoli Nord, il conducente della vettura ritenuto responsabile dell’investimento mortale di due ventenni africani che erano in bici, avvenuto ieri sulla statale 7bis nel comune di Teverola (Caserta). Si tratta del 42enne Antonio Corvino, di Caserta, identificato dai carabinieri con il supporto della Polizia di Stato e di alcune immagini estrapolate da telecamere di videosorveglianza di alcuni locali presenti in zona. L’auto dell’uomo, una Bmw X3, è stata trovata inuna carrozzeria di Caserta, è stata poi sottoposta a sequestro e a rilievi tecnici. L’automobilista è stato arrestato. Le vittime, di 19 e 20 anni, erano originarie di Senegal e Guinea, risiedevano presso un centro di accoglienza di Casaluce ed erano entrambi regolari sul territorio nazionale.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Caserta, due uomini in bicicletta investiti e uccisi da un’auto pirata: nessun segno di frenata

prev
Articolo Successivo

Vercelli, dà fuoco alla macchina dell’ex dopo averla speronata: lei lo aveva già denunciato

next