Alla Camera è in corso il dibattito, con relative votazioni agli emendamenti, sul disegno di legge di riforma sulle leggi di iniziativa popolare e sul referendum propositivo. Galeazzo Bignani, di Forza Italia, contrario come tutto il suo gruppo al ddl voluto dalla maggioranza, ha preso la parola citando, senza anticiparlo, un passo di Lenin. E accusando il M5s (“mi rivolgo ai colleghi seduti alla mia destra”) di portare avanti “l’ideologia comunista che voi state surrettiziamente affermando”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

PERCHÉ NO

di Marco Travaglio e Silvia Truzzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Legittima difesa, c’è un errore nelle coperture: il ddl dovrà tornare al Senato

next
Articolo Successivo

Reddito cittadinanza, Dall’Osso (ex M5s): “Disabili rischiano di essere esclusi. Di Battista? Saccente, non sa di non conoscere”

next