È l’oggetto cosmico più brillante mai scoperto ed è stato scoperto dal telescopio Hubble. Si tratta del quasar (nucleo galattico) più luminoso mai visto nell’Universo primordiale. Dopo 20 anni di ricerche, gli astronomi hanno identificato l’antico quasar – come comunica l’Esa – con l’aiuto di una potente lente gravitazionale. Questo oggetto unico fornisce una visione della nascita delle galassie quando l’Universo aveva meno di un miliardo di anni.

Intanto come riporta Nature la fotocamera grandangolare di Hubble ha smesso di funzionare l’8 gennaio ed è improbabile che gli ingegneri siano in grado di porre rimedio fino a quando non cesserà lo shutdown. Nel Goddard Space Flight Center della Nasa a Greenbelt, nel Maryland, la maggior parte dei dipendenti è in congedo involontario. E sono pochissimi quelli autorizzati a lavorare.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Rilevato “misterioso” segnale ripetitivo di onde radio proveniente da una galassia a 1,5 miliardi di anni luce

prev
Articolo Successivo

Quella di Burioni è un’idea di scienza vecchia e superata. E il suo patto lo conferma

next