Chi pensa che i dischi in vinile siano demodé, farà bene a ricredersi. Sony ha infatti presentato al Consumer Electronic Show di Las Vegas il nuovissimo giradischi PS-LX310BT. È un modello wireless che sfrutta la connettività Bluetooth per riprodurre la musica degli LP con modernissimi altoparlanti wireless.

Immancabile il braccio, rigorosamente automatico, che è capace di trovare da solo la traccia che si vuole riprodurre. Gli amanti della musica su vinile apprezzeranno poi la presenza di un’uscita USB, preziosa per esempio per digitalizzare una collezione in modo da poterla poi ascoltare su qualsiasi supporto di ultima generazione.

Presente infine all’appello un preamplificatore phono. In buona sostanza questo prodotto risponde alle esigenze degli amanti degli LP, sia per ascoltare musica sia per convertirla in un formato fruibile con smartphone e dispositivi digitali. Non solo, la riproduzione diretta dei vinili può essere ottimizzata mediante un selettore per scegliere l’impostazione più adatta al livello audio del disco che s’intende ascoltare.

Per ora non ci sono informazioni relative al prezzo, sappiamo solo che il prodotto arriverà in commercio in primavera. Restate sintonizzati.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Pronta la TV che si arrotola, è firmata LG e arriverà a metà 2019

prev
Articolo Successivo

Y-Brush è lo spazzolino che arriva dalla Francia e promette di lavare i denti in 10 secondi

next