Lavare bene in denti in 10 secondi? Sembra impossibile, visto che l’indicazione dei dentisti è di strofinarsi i denti per due minuti. La tecnologia – stavolta basata sulle vibrazioni soniche – vuole stabilire record anche in questo campo. Adesso c’è Y-Brush, un originale spazzolino da denti sviluppato dall’azienda francese Fasteesh, e presentato al Consumer Electronic Show di Las Vegas.

L’idea è quella di ottimizzare il tempo di lavaggio dei denti, pulendoli meglio in meno tempo che con uno spazzolino tradizionale. Il come è presto detto: invece di uno spazzolino a setole, Y-Brush consiste in qualcosa di molto vicino a un bite dentistico – quei dispositivi in resina che si indossano per ridurre gli effetti collaterali del digrignamento notturno dei denti, per esempio.

https://www.youtube.com/watch?v=P71itBJFuz8

La parte a contatto con i denti è completamente rivestita di setole disposte con un’angolazione di 45 gradi, così da essere direzionate esattamente come raccomandato dall’American Dental Association (ADA) durante lo spazzolamento. Il materiale in cui è costituito il dispositivo è morbido e flessibile, disponibile in quattro formati: due per adulti, uno per bambini e una misura intermedia.

Per usarlo basta cospargere la parte interna con il dentifricio abituale, posizionarlo sull’arcata dentale superiore o inferiore e azionare la vibrazione. Sono disponibili tre livelli di vibrazione per adattarsi alla sensibilità di ciascun utente.

La pulizia di ciascuna arcata dentale richiede 5 secondi (10 secondi per entrambe), durante i quali l’utente dovrà fare un movimento di masticazione. I creatori assicurano che questo tempo sia più che sufficiente per ottenere una pulizia paragonabile a quella di 2 minuti di spazzolamento con uno spazzolino tradizionale. Il produttore sostiene infatti che Y-Brush sia capace di eliminare i batteri responsabili di gengiviti, parodontiti e malattie gengivali, e che rimuova il 15% di placca in più rispetto a uno spazzolino tradizionale.

Per pulirlo, basta sciacquarlo sotto l’acqua come lo spazzolino tradizionale; l’autonomia dichiarata è di un mese se si lavano i denti due volte al giorno. La dotazione comprende una stazione di ricarica wireless a induzione, molto simile a quella dei comuni spazzolini elettrici.

Sul sito ufficiale ci sono molti dettagli sul funzionamento, ma da nessuna parte si fa riferimento alla certificazione ufficiale delle associazioni di medici dentisti. Si sottolinea solo il fatto che il dispositivo sarebbe stato “testato dai dentisti negli ultimi 3 anni”. Se vi basta, sappiate che potete prenotarlo sul sito ufficiale sia in versione singola o di coppia, sia nel pacchetto familiare, e che le consegne inizieranno ad aprile 2019. Il prezzo è di 125 dollari per il prodotto singolo.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Sony presenta il giradischi 2.0, wireless e con uscita USB per digitalizzare gli LP

prev
Articolo Successivo

Xiaomi annuncia i Mi AirDots Pro, cuffie wireless leggere e impermeabili con riduzione attiva del rumore

next