“Questa cosa che mi sarei messa a piangere è una vera e propria fake news. Non ho pianto proprio per niente. Mi sono semplicemente un po’ emozionata e mi sono seduta al mio posto, esausta“. Così Emma Bonino ha smentito all’AdnKronos la notizia circolata ieri al termine del suo intervento in Aula. Nel corso della discussione generale sulla manovra la senatrice ha lanciato un monito al governo e poi, secondo molti, si è commossa. Con le sue parole la leader di +Europa ha denunciato l’approdo in Aula del testo senza nemmeno un voto in commissione Bilancio.

“È stato difficile per le continue interruzioni che ho dovuto subire e per le contestazioni irrispettose che ho dovuto sopportare”, ha continuato la radicale, che seduta al suo posto a Palazzo Madama attende l’arrivo in Senato del maxi-emendamento. “Quello che sta succedendo in queste ore è pure peggio delle cose che sono successe ieri. Il maxi emendamento non si vede, non si sa se ci sarà o non ci sarà e a che ora. Lo spettacolo di un parlamento totalmente esautorato si ripete anche oggi – ha detto – Ci dicono che ci sono problemi al Mef. Le voci che abbiamo raccolto al Senato ci dicono che forse arriva alle 7 o forse no, alle 9. Ieri sono stata una facile profeta e fin troppo moderata, quando ho detto che questa maggioranza tiene in scacco le istituzioni a proprio uso e consumo”.

La Bonino poi ha sottolineato come l’incertezza sia percepita da entrambe le parti. “Non solo noi dell’opposizione ma anche i senatori della maggioranza – ha proseguito – sono in cerca di certezze e sono in balia di questa confusione. Comunque io non mi sono ritirata sull’Aventino. Seguo tutto quello che succede ma ho anche aggiunto che a questo scempio non voglio partecipare. Ieri nel corso del mio intervento in aula ho cercato di rendere più evidente la gravità di quello che sta succedendo”. La senatrice alla fine ha chiosato: “Non voglio essere ritenuta complice di una sceneggiata”.

Nel video registrato ieri Emma Bonino, dopo l’accorato intervento in cui critica fortemente Lega e Movimento 5 stelle, sembra visibilmente commossa. A stringerle la mano e consolarla arrivano svariati colleghi, tra cui l’ex presidente del Senato Pietro Grasso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pd, Boccia lancia piattaforma democrazia partecipativa: “Per una politica aperta”

next
Articolo Successivo

Pensioni, il mio grazie di cuore al governo del cambiamento

next