“Abbiamo visto presidenti del Consiglio avvicendarsi, partiti nascere e morire. Eppure noi siamo ancora qui con un obiettivo chiaro: fermare la Torino-Lione”. A Torino, il movimento No Tav è sceso in massa in piazza nella giornata contro le grandi opere inutili. Da piazza Statuto a piazza Castello, settantamila persone, secondo gli organizzatori, per ribadire il no alla Torino-Lione. Un no che non è “mediabile” come racconta lo storico attivista No Tav Alberto Perino: “Non abbiamo mai avuto governi amici, noi valutiamo i fatti e non le promesse”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Castellammare di Stabia, falò Immacolata con striscione: “Così devono morire i pentiti, abbruciati”. Applausi della folla

next