Rubava dipinti e documentazione storica, coprendosi con un lenzuolo, come un fantasma. I carabinieri di Pavia, al termine di un’operazione denominata appunto Ghostbusters, ha denunciato un 50enne pavese e un 67enne originario della Lomellina, ritenuti responsabili dei reati di furto aggravato, ricettazione e detenzione illegale di armi.

Il 50enne, fra luglio e ottobre scorsi, approfittando della sua funzione di addetto della cooperativa per le mansioni logistiche in un’azienda di servizi alla persona di Pavia, in più occasioni, coperto con un lenzuolo, ha rubato in centri di residenza per azioni dipinti e documentazione storica risalente a partire dal diciassettesimo secolo. L’uomo cedeva poi la refurtiva al 67enne, appassionato di antiquariato, che a sua volta rivendeva gli oggetti online o in vari mercatini.

In casa del 67enne i carabinieri hanno trovato un dipinto del diciottesimo secolo raffigurante una scena religiosa denominata ‘Miracolo di San Francesco Saverio’, un dipinto olio su tela raffigurante ‘L’Adorazione dei Magi e circa 40 faldoni contenenti documentazione storica.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Assenteismo, scoperti in Sicilia 42 “furbetti del cartellino”: 11 arresti. “Manipolavano il sistema delle presenze”

prev
Articolo Successivo

Napoli, arrestato capoclan di camorra latitante da 15 anni. Il blitz dei Carabinieri nel rifugio tra pizzini e doccia solare

next