Sette autobus dell’azienda di trasporti Gtt sono bruciati nel parcheggio della stazione ferroviaria di Ciriè, nel torinese. Le fiamme sono partite da un mezzo e si sono sparse agli altri, sembra che si siano propagate da una ruota. Un uomo, fermato dai carabinieri, ha confessato di essere il responsabile dell’accaduto. Si tratta di un 50enne, senza fissa dimora. Ai militari che lo hanno ascoltato, ha detto di averlo fatto perché non gli permettevano di salire a bordo senza biglietto.

L’uomo è stato identificato grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza della zona. La sua posizione è ora al vaglio della procura di Ivrea.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli, scontri tra polizia e centri sociali: 15enne ferito al volto. Le immagini della carica

next
Articolo Successivo

Varese, militare in malattia per 10 anni ma lavorava in un bar: condannato a 4 anni di reclusione

next