Il governo è stato battuto al Senato su un emendamento al decreto Genova: quello più discusso, ovvero il condono per la ricostruzione delle case crollate a Ischia durante il terremoto di agosto 2017. La norma è passata grazie ai ‘dissidenti’ del Movimento 5 stelle, in particolare con l’astensione di Paola Nugnes e il voto favorevole di Gregorio De Falco. Va sottolineato che si tratta di un passaggio nelle commissioni riunite Ambiente e Lavori pubblici, dunque la maggioranza può rimettere tutto come prima quando il provvedimento arriverà in aula. Però questa è la prima volta che la maggioranza giallo-verde viene battuta nelle aule parlamentari.

“Non sono preoccupato, il decreto sarà approvato dal Senato in ultima lettura – commenta a caldo, dopo il CdM, il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio – ma è un fatto gravissimo che due senatori del M5s, uno si sia astenuto e un altro abbia votato con Forza Italia. Non e’ un caso isolato, da settimane arrivano segnali di dissenso”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

‘Sulla mia pelle’ alla Camera, Ilaria Cucchi: ‘Indifferenza Salvini? Non m’interessa’. Fico: ‘Verità non fa male allo Stato’

prev
Articolo Successivo

Manovra, Di Maio: “Serve al Paese per ripartire, non cambiamo”. Salvini: “A Ue non piace? Tiriamo dritto”

next