I carabinieri del Noe (Nucleo operativo ecologico) di Milano, con quelli della stazione di Cinisello Balsamo (Milano), hanno sequestrato un capannone di un’azienda dismessa al cui interno erano depositate illecitamente circa 60 tonnellate di rifiuti, in particolare materie plastiche, che potenzialmente avrebbero potuto essere date alle fiamme anche per cancellarne le tracce. Il quantitativo e la tipologia di rifiuti fanno ipotizzare la realizzazione di una discarica abusiva e un’illecita attivita’ di gestione, raccolta e smaltimento di rifiuti speciali

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ponte Morandi, Bucci: “Inizio demolizione entro Natale. La nuova struttura sarà pronta al massimo in 15 mesi”

next
Articolo Successivo

Roma, urla “buffone” a Salvini: 59enne portata in commissariato e denunciata

next