“A fine luglio abbiamo già fatto al restituzione degli stipendi, ora ci sono quattro mesi, continueremo a tagliarci gli stipendi”. Lo dice il vice premier Luigi Di Maio in diretta Facebook annunciando “a novembre il secondo restitution day“. Poi “proporremo il taglio degli stipendi di tutti i deputati e poi lo faremo anche al Senato. A luglio le restituzioni noi le abbiamo già fatte. Da luglio a novembre ci sono altri 4 mesi in cui abbiamo accumulato e ora restituiremo. Noi ci tagliamo gli stipendi dal primo giorno, lo abbiamo sempre fatto”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Di Maio: “Reddito di cittadinanza e quota 100? Faremo decreto a Natale, non un ddl perché ci vorrebbe troppo tempo”

next
Articolo Successivo

Gasparri: “M5s? Una piaga d’Egitto. Di Maio, Toninelli, Bonafede, Fraccaro facciano figli e vadano a zappare”

next