Il segretario della Lega di Ferrara Nicola Lodi detto ‘Naomo’ ha pubblicato un video su Facebook che lo ritrae mentre di notte issa e fa sventolare una bandiera del Carroccio su un pennone solitamente utilizzato per il tricolore durante le cerimonie, in piazza Trento e Trieste, nel centro storico della città estense. “Stiamo facendo le prove, stiamo provando se la bandiera è nella posizione giusta, vinceremo il Comune, questa è l’apertura della campagna elettorale”, dice Lodi nel filmato. “Domani partiranno querele dalle Procure di tutta Italia, ma questa bandiera, la bandiera di Salvini, è stupenda”, aggiunge.

Il gesto è stato commentato con ironia, sempre su Facebook, da Paolo Calvano, segretario regionale del Pd: “Confido che il segretario della Lega di Ferrara prosegua con i suoi show, è un ottimo modo per far emergere il vero volto della Lega e della destra ferrarese. Nessuno fermi Naomo!”. Meno tenera la consigliera comunale dem Ilaria Baraldi: “Il segretario comunale della Lega usa il pennone per la bandiera italiana in piazza e ci appende quella del suo partito.  Nel disprezzo più totale delle istituzioni e nella volgarità di un gesto che, se non fosse pericoloso per quel che ricorda, sarebbe da censurare come stupida e rozza goliardata indegna di un segretario di partito che ambisce ad amministrare la città, ebbene proprio in questo gesto sta la debolezza di un partito senza alcun progetto politico per la città se non la distruzione di quel che c’era prima.  Il meglio di questa città, oggi ancora troppo silente, resisterà e saprà rispondere a questi ignobili gesti. Non vincerete”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Taranto, si è dimesso il sindaco Melucci. Il ko alle provinciali e il tradimento della maggioranza i motivi del passo indietro

next
Articolo Successivo

Prescrizione, la Lega con le opposizioni per far slittare il ddl: “Serve più tempo”. Il M5s: “Confronto, ma basta rinvii”

next