Alla prima occasione utile Marc Marquez conquista il settimo titolo mondiale della sua carriera. Ormai una formalità che il 25enne spagnolo ha concretizzato sulla pista di Motegi vincendo davanti a Cal Crutchlow e Alex Rins, con Andrea Dovizioso caduto a poche curve dal traguardo dopo aver tentato almeno di rimandare la festa. E invece Marquez dopo aver tagliato il traguardo ha festeggiato eccome, forse anche troppo: “Mi è uscita la spalla quando ho abbracciato Rins dopo il giro d’onore, ho fatto un movimento sbagliato, per fortuna c’era vicino mio fratello che me l’ha rimessa dentro”, racconta lo spagnolo. “A fine stagione devo operarmi. Ora non mi fa male, ma forse domani sentirò dolore“, aggiunge il pilota della Honda.

Marquez vince il terzo mondiale di fila: sono cinque totali in MotoGp, a cui si aggiungono quelli in classe 125 e Moto2. Il suo obiettivo, chiaro anche se mai dichiarato, è quello di arrivare e superare i nove mondiali vinti da Valentino Rossi. Diventò evidente tre anni fa quando, nell’unico anno in cui Marquez non ha trionfato da quando è in MotoGp, con le sue scaramucce con il Dottore aiutò Jorge Lorenzo nella sua rimonta. Da quel 2015 ad oggi lo spagnolo è cresciuto fino a diventare dominatore con la sua Honda, mentre la Yamaha arranca ed è stata salvata pure questa volta da un Valentino quarto a qualche secondo dal podio.

Marquez ha numeri da rullo compressore: è il più giovane pilota nella storia di questo sport a vincere sette campionati del mondo. Inoltre entra nel circolo degli otto corridori che hanno vinto sette o più campionati del mondo. Gli altri sono John Surtees (7), Phil Read (7), Carlo Ubbiali (9), Mike Hailwood (9), Valentino Rossi ( 9), Angel Nieto (13) e Giacomo Agostini (15). Marquez è il pilota più giovane che abbia mai vinto cinque titoli di MotoGp, all’età di 25 anni e 246 giorni, battendo il record di Valentino Rossi. Solo un pilota spagnolo inoltre ha vinto più titoli mondiali di Marquez: Angel Nieto, che ha collezionato 13 titoli mondiali, ma neanche uno nella classe regina.

Marquez ha vinto almeno cinque gran premi a stagione negli ultimi nove anni. Inoltre, l’attuale serie di cinque pole position di Marquez del 2018 estende il suo record di pole di tutti i tempi ad un incredibile 78.  E a sancire il dominio del 25enne della Honda specialmente in questa stagione ci sono anche le altre statistiche: Marquez ha vinto più gare di tutti (8), ha ottenuto il maggior numero di podi (13) e la maggior parte delle pole position (5).

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

MotoGp, Marquez supera Dovizioso al fotofinish e trionfa in Thailandia. Rossi 4°

prev
Articolo Successivo

MotoGp Australia, qualifiche: in pole c’è sempre Marquez, Iannone primo italiano

next