“A scanso di equivoci abbiamo anche valutato che tutto sommato poteva prestarsi a equivoci qualche causa di non punibilità, che avrebbe consentito di stimolare contribuenti ad aderire ma avrebbe dato un segnale di fraintendimento, quindi non ci sarà nessuna causa di non punibilità”. Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte al termine del Cdm che ha approvato di nuovo il decreto fiscale collegato alla manovra.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Congresso Pd, Minniti arriva ‘blindato’ alla Leopolda: “Candidarmi? Al momento no”

next
Articolo Successivo

Pace fiscale, Conte: “Tecnicamente un ravvedimento operoso”. Salvini: “Faremo rottamazione cartelle Equitalia”

next