Era in corso una perquisizione nella sede di Parigi di France Insoumise, il partito di sinistra francese guidato da Jean-Luc Mélenchon, quando il leader del movimento, insieme a parlamentari e collaboratori, è intervenuto e ha cercato di fermare gli agenti. “Voi non sapete chi sono io. Io sono la Repubblica, non voi!”, ha urlato Mélenchon ai poliziotti. Il parapiglia è durato diversi minuti ed è continuato all’interno dei locali dopo che i deputati e lo staff di Mélenchon sono riusciti a interrompere la perquisizione.

Per i fatti accaduti, la procura di Parigi ha aperto un’inchiesta per “minacce”, “violenze” o “atti di intimidazione” contro l’autorità giudiziaria. Nelle immagini diffuse dal talk show Quotidien, si vede il capo politico di France Insoumise prendere a spintoni un rappresentante della procura. L’episodio, naturalmente, sta suscitando sconcerto e polemiche in tutta la Francia. Mélenchon, da parte sua, ha denunciato l’accaduto come un atto di “polizia politica”, un “tentativo di intimidazione” pilotato dal governo. La perquisizione è avvenuta nell’ambito di due inchieste per presunti abusi nei finanziamenti nella campagna per le presidenziali dello scorso anno (in cui Mélenchon aveva ottenuto il 12,5% dei consensi, risultando il quarto partito francese) e in quelle per il Parlamento europeo (di cui ha fatto parte dal 2009 al 2017).

Video Le Quotidien

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Crimea, bomba esplode al Politecnico di Kerch: 10 morti e oltre 70 feriti. Il Cremlino: “Ipotesi terrorismo”

next
Articolo Successivo

Khashoggi, il legame con Riyad e il ‘nuovo inverno arabo’: così gli Usa sostengono la nuova stirpe di dittatori in Medio Oriente

next