Infinite X è la famiglia di PC desktop da gaming ad alte prestazioni di MSI, che vede l’utilizzo di componenti di gamma alta o medio-alta in un case dalle dimensioni standard che ne agevola l’upgrade.

Design
Rinunciando a form-factor particolari, come quelli usati da MSI in altre serie, l’Infinite X presenta un design dalle linee moderne che vede i pannelli frontale e superiore presentare spigolature ottenute dalla raccordatura di elementi trapezoidali, ed un’alta integrazione con la piattaforma Mystic Lights di MSI stessa che permette di gestire l’illuminazione tramite led RGB sia dell’interno del PC (e relativi componenti se compatibili) sia della porzione sinistra del pannello frontale, dove la luce filtra attraverso il disegno in stile circuito  che vi si trova rappresentato; rinamendo sul pannello frontale, oltre ad un vistoso pulsante d’accensione rosso, trovano posto una coppia di ingressi per jack da 3,5mm per cuffie e microfono, una porta USB type-C, due porte USB type-A (una 3.0 ed una 2.0) ed il lettore ottico.

Il desktop di MSI offre ulteriori possibilità di personalizzazione vedendo in dotazione sia un pannello per il lato destro metallico che uno in vetro temperato che rende visibile la componentistica interna. Viste le dimensioni importanti – il case misura 210 x 450 x 488 mm ed il peso del PC si aggira sui 15Kg – il produttore taiwanese ha scelto di integrare nel design della parte superiore un’ampia maniglia, posta verso il retro, per rendere più facile spostare il PC quando necessario, senza la scomodità nel sollevamento che tradizionalmente contraddistingue buona parte dei PC Desktop tradizionali.

Prestazioni
Il modello di Infinite X che abbiamo avuto la possibilità di provare equipaggiava una CPU Intel i7-8700K ( la versione overclockabile), una scheda madre MSI con chipset Intel Z370, 16GB di RAM, SSD M.2 da 256GB e una scheda video MSI Gaming X con gpu NVIDIA GTX1070. Durante la prova abbiamo alternato vari titoli, giocando sempre a risoluzione 2560×1440, utilizzando dettagli alti senza notare dal PC alcun tentennamento, anche in titoli più recenti come The Crew 2 e Sea of Thieves.

Non abbiamo rilevato problemi di riscaldamento del PC, grazie anche alla particolare soluzione adottata dal produttore Taiwanese per gli interni: CPU, scheda video e alimentatore, i componenti che maggiormente contribuiscono all’aumento della temperatura interna del computer, si trovano in compartimenti praticamente separati, permettendo al sistema di raffreddamento di smaltire in modo indipendente il calore prodotto dai vari componenti, vedendo inoltre la scheda video posizionata verticalmente con le ventole rivolte verso le griglie del pannello laterale (se in uso quello metallico) sia per smaltire maggiormente il calore, sia per tenerla in una posizione più salda che permetta di evitare guasti dovuti alle possibili sollecitazioni durante il trasporto.

Per poter effettuare una comparazione con alcuni pc che abbiamo provato lo scorso anno abbiamo eseguito il benchmark con due dei titoli che avevamo già usato: su For Honor con settaggi massimi il nostro Infinite X ha tenuto una media di 116FPS in FullHD e di 92 in QHD, mentre con Assetto Corsa in QHD abbiamo ottenuto una media di 97FPS ed in FullHD una media di 122FPS, media quest’ultima identica a quella che lo scorso anno riuscimmo ad ottenere su un desktop dotato di una GPU più potente (la 1080) ma con una CPU i7-7700K dotato di 2 core fisici in meno rispetto alla più recente 8700K di cui era dotato l’Infinite X in prova.

Conclusioni
L’MSI Infinite X è a nostro parere un’ottima soluzione per chi è in cerca di un PC Desktop da gaming potente e facilmente aggiornabile, ma che vuole affidarsi ad un prodotto pronto senza doverselo assemblare (o fare assemblare) su misura; a volergli trovare un difetto punteremmo sul sistema di illuminazione RGB di MSI che attualmente si affida a più applicazioni per gestire diverse funzionalità. Sul mercato l’Infinite X è disponibile in varie versioni, le più recenti dotate di CPU i7-8700k e schede video con GPU NVIDIA GTX1060, 1070 o 1080, con prezzi che partono da circa 1500€, per andare oltre i 2000€ nelle versioni più performanti, potendo risultare un po più cari di un PC equivalente assemblato da se, rinunciando però ai vari accorgimenti presi dal produttore sopratutto in ambito termico.