“Sono consapevole di aver lanciato una bomba in una favola. E mi pesa moltissimo. Oltre alla favola, però, c’era una realtà parallela diversa. In ogni caso, coltivo sempre il dubbio che possa essermi sbagliato”. A parlare è il procuratore di Locri, Luigi D’Alessio, che ha coordinato l’indagine che ha portato agli arresti il sindaco di Riace, Domenico Lucano. “Il progetto è nobile, ma è stato realizzato trasgredendo numerose leggi” ha aggiunto il magistrato. “Noi non processiamo il modello Riace, ma gli illeciti che sono stati commessi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stadio della Roma, nuovo interrogatorio per Parnasi: spunta una casa in comodato d’uso per un politico

next
Articolo Successivo

Macerata, Luca Traini condannato a 12 anni con il rito abbreviato. Ferì sei stranieri dopo omicidio Pamela

next