Con 27 voti, il quorum minimo per l’elezione a presidente della Rai, Marcello Foa ha ottenuto il via libera dalla Commissione di Vigilanza Rai. Tre sono stati i contrari – uno in più rispetto ai due previsti di Liberi e Uguali -, una scheda nulla e una bianca (da prassi, è del presidente della commissione Alberto Barachini di Forza Italia). Al contrario, il gruppo del Pd non ha partecipato per protesta alla votazione.

Alla maggioranza sono mancati 3 voti, ma è stato raggiunto lo stesso il quorum di due terzi previsto dalla legge per rendere efficace la nomina indicata dal consiglio d’amministrazione di viale Mazzini. “Non credo ai franchi tiratori, l’obiettivo è stato raggiunto”, ha rivendicato il leghista Massimiliano Capitanio,mentre anche da Forza Italia hanno rivendicato lealtà. “Se ci fosse stato un disegno politico, non si sarebbe raggiunto il risultato. Dentro Fi nessuno di certo ha lanciato alcun segnale”, ha rivendicato per il partito azzurro Giorgio Mulè.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Decreto immigrazione, l’appello dei prof: “Viola la Carta”. Il costituzionalista D’Andrea analizza i punti più controversi

next
Articolo Successivo

Milano, il presidente del consiglio regionale celebra la giornata europea delle lingue. Il risultato? Giudicate voi

next