Polemica fibrillante a Otto e Mezzo (La7) tra il senatore Pd, Matteo Renzi, e Antonio Padellaro del Fatto Quotidiano. L’ex leader dem accusa con toni duri il portavoce del presidente del Consiglio, Rocco Casalino: “Non sono scandalizzato dalla discussione governo-Mef. Mi sconvolge Casalino, non la polemica, la modalità con la quale si minaccia via stampa”. Padellaro ricorda: “Veramente anche il bravissimo Filippo Sensi (portavoce di Renzi e poi di Gentiloni, ndr) mandava messaggi con cui si diceva di bastonare Alessandro Di Battista. Sono delle gaffe”. “Sì, sono certamente gaffe” – risponde Renzi – “Ma sono due cose diverse. Nessuno, né Sensi, né altri portavoce come Bonaiuti, è mai arrivato a fare quello che ha fatto Casalino. E mi colpisce che non ci sia stata da parte della stampa una reazione”. Padellaro insorge: “Come? Ci sono state paginate intere e titoli di apertura sulla vicenda. Repubblica, che è il vostro giornale di riferimento, ha fatto aperture e commenti per tre giorni”. “A dire che Repubblica è il mio giornale di riferimento, specie in questa fase, scappa il sorriso anche a lei” – replica l’ex segretario del Pd – “La vicenda di Casalino ha fatto le aperture su tutti i giornali, tranne che sul Fatto”. “Non è vero” – obietta Padellaro – “Travaglio ci ha scritto un editoriale. Legga con attenzione Il Fatto Quotidiano”. L’ex presidente del Consiglio prosegue poi il suo j’accuse contro il M5s: “Questi si sono persi il decreto di Genova. Hanno organizzato la ola al funerale di Stato, che sembrava una roba da Curva Sud”. Padellaro non ci sta: “Non posso farle passare questo. Forse sta andando un po’ oltre”. Ma Renzi ribadisce: “Nei minuti successivi all’inizio del funerale, quando ancora non c’era stata la prima lettura o il Salmo responsoriale, tutti i direttori di giornale sono stati raggiunti dall’sms dell’ingegnere Rocco Casalino, portavoce del presidente del Consiglio, che diceva di sottolineare i fischi al Pd, cioè a Pinotti e a Martina, e le standing ovation a Salvini e a Di Maio. Questo modo di concepire il giornalismo mi ripugna. E’ un cialtrone colui il quale strumentalizza un dolore vero e reale”. “Sì, ma stia attento” – commenta Padellaro – “Dire che la folla seguiva le indicazioni di Casalino è grave”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Don Sigurani vs Molteni (Lega): ‘Perché unite immigrazione a sicurezza?’. ‘Occupatevi di anime’. ‘No, anche di corpi’

next