“A Matteo Salvini dico: esci da questa alleanza innaturale con i 5 Stelle e torna con il centrodestra, che vinciamo insieme. Il Paese non può più aspettare”. Maria Stella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervistata da Il Tempo si è rivolta direttamente al leader del Carroccio e ministro dell’Interno e ha chiesto di ricomporre la coalizione. “Noi crediamo”, ha detto, “che quella formula con cui governiamo con la Lega regioni e comuni sia garanzia di buona politica e di buon governo. Chiediamo a Salvini di uscire da un’alleanza innaturale, da quello che riteniamo un governo di emergenza dove le risposte stentano ad emergere. E quando ci sono, sono sbagliate: penso al primo decreto Di Maio sul lavoro, preso malissimo da imprenditori e artigiani che sono la base del centrodestra, per arrivare poi al tema dell’Iva, della Tav e al resto. Fanno una gran fatica a dare le risposte giuste, e io chiedo a Salvini di uscire e tornare nel centrodestra”.

Lega e Forza Italia, se sul territorio continuano ad amministrare insieme, a livello nazionale sono divisi tra governo e opposizione. Una situazione che per alcuni è destinata ad essere temporanea, ma che per altri potrebbe durare ancora a lungo (soprattutto alla luce dell’aumento dei consensi del Carroccio). A inizio agosto ad esempio ha fatto discutere l’annuncio della Lega di correre da sola alle Regionali in Abruzzo. Oggi, dopo settimane di silenzio sul tema, è intervenuta la Gelmini: “Più il tempo passa”, ha detto, “e più il rischio che una alleanza gialloverde da d’emergenza e innaturale diventi sistemica ci può essere ma questo, le ripeto, andrebbe chiesto a Salvini. Per Forza Italia l`unica alternativa credibile alle chiacchiere Pd ed ai 5 Stelle è l’alleanza di centrodestra. A Salvini dico: esci da questa alleanza innaturale con i 5 Stelle e torna con il centrodestra, che vinciamo insieme. Il Paese non può più aspettare”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Tajani (FI): “Matrimonio Lega-M5s è contronatura. Salvini dica cosa vuole fare nei prossimi mesi”

next
Articolo Successivo

Ponte Morandi, Toninelli: “Investimento di Autostrade ripagato, pedaggi dovevano calare. Rivedremo sistema concessioni”

next