“Chi ha la forza di resistere, resista perché questo questo è il suo luogo e deve veder crescere la sua città. L’importante è che lo Stato sia meno burocratico, che ci sia rapidità. Il male di questo Paese, la grande tragedia dell’Italia è la burocrazia”. Così Carlo Verdone ospite d’eccezione per il Nuovo Cinema Paradiso di Amatrice, dove è stato proiettato il film “Benedetta follia”. L’attore e regista fa visita alla città, che tra pochi giorni ricorderà le vittime del terremoto che l’ha devastata nel 2016.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Regeni, lettera di 200 accademici inglesi: “No a partnership con l’Egitto. Università e governo hanno dimenticato Giulio”

next
Articolo Successivo

Ponte Morandi, l’ad Bono: “Fincantieri in grado di ricostruirlo”. È a Genova con Cdp. Pm Cozzi: “Ancora nessun indagato”

next