Venti luglio, stazione di Porta Garibaldi, a Milano. Poco prima delle 5 una ragazza di 25 anni, di ritorno dal turno notturno di lavoro, viene avvicinata da un 31enne nigeriano. In un primo momento l’uomo la blocca e la palpeggia ma desiste dal continuare per la presenza di alcuni passanti. Poco dopo, però, insegue la ragazza per continuare a molestare, ma lei estrae dalla borsa lo spray urticante e colpendolo sul viso riesce a fuggire. L’aggressore è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale. Le indagini sono state condotte dai Carabinieri di Milano insieme alla Polfer e sono partite dopo la denuncia della vittima.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Napoli, il racconto dello zio del senegalese ferito: “C’è un clima d’odio alimentato dal governo. Noi brave persone”

prev
Articolo Successivo

Daisy Osakue, discobola azzurra riceve l’ok dei medici: potrà andare agli Europei

next