Venti luglio, stazione di Porta Garibaldi, a Milano. Poco prima delle 5 una ragazza di 25 anni, di ritorno dal turno notturno di lavoro, viene avvicinata da un 31enne nigeriano. In un primo momento l’uomo la blocca e la palpeggia ma desiste dal continuare per la presenza di alcuni passanti. Poco dopo, però, insegue la ragazza per continuare a molestare, ma lei estrae dalla borsa lo spray urticante e colpendolo sul viso riesce a fuggire. L’aggressore è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale. Le indagini sono state condotte dai Carabinieri di Milano insieme alla Polfer e sono partite dopo la denuncia della vittima.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli, il racconto dello zio del senegalese ferito: “C’è un clima d’odio alimentato dal governo. Noi brave persone”

next
Articolo Successivo

Daisy Osakue, discobola azzurra riceve l’ok dei medici: potrà andare agli Europei

next