“Non si tratta di un respingimento collettivo. I circa cento migranti a bordo del gommone sono stati salvati e in tutto ciò l’Italia non c’entra, perché le operazioni sono state gestite dalla Guardia costiera libica”. Risponde così Danilo Toninelli, ministro alle Infrastrutture, alle domande del Fatto.it sul caso della Asso Ventotto. “Noi non abbiamo mai avuto voce in capitolo. I porti libici non sono sicuri secondo le convenzioni internazionali? L’Unione europea ha dato mandato per la costituzione della Guardia costiera libica, il precedente governo ha dato una mano dando delle motovedette e noi faremo altrettanto. Il diritto del mare è stato rispettato. Altre versioni non esistono”.