Con il decreto legge sul riordino dei ministeri “si mette la parola fine alle Unità di missione denominate Italia Sicura. Il decreto non mette un centesimo in più sulla sicurezza scolastica e sul rischio idrogeologico, sennò saremmo stati dalla vostra parte. Vengono cancellate dal governo strutture che hanno in pancia cantieri per 9 miliardi in un caso e per 7 nell’altro”. Lo ha detto il senatore del Pd, Matteo Renzi, intervenendo nell’Aula di Palazzo Madama nel dibattito sul riordino dei ministeri. “È il vostro primo provvedimento, mi auguro non sia il vostro primo rimpianto – ha detto Renzi rivolto alla maggioranza e al governo – È un’occasione persa per nostri figli. La Lega utilizza la ruspa nella direzione sbagliata: invece di demolire la legge Fornero, come avevate promesso, avete demolito le Unità di missione”. Secondo Renzi nel decreto viene cancellato anche “il progetto Casa Italia, che Renzo Piano ha raccontato in quest’Aula” per la messa in sicurezza delle abitazioni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Casaleggio, perché Rousseau non è una democrazia diretta

next
Articolo Successivo

Rai, Fico: “Nomine? Questa legge non mi piace ma qualsiasi governo si sarebbe mosso nello stesso modo”

next